Degustiamo il vino

Fruttato, secco, dolce, fermo: sono molte le caratteristiche di un vino; degustarlo in modo corretto permette di assaporarne tutte le sfumature.

Il vino è anche un mezzo che da sempre permette di raccontare territori, aziende, regioni.
Oggi proponiamo alcuni consigli per percepire fino in fondo qualità e sapore.
Temperatura
La giusta temperatura è un elemento fondamentale per apprezzarne veramente il gusto.
I vini rossi richiedono una temperatura ottimale che oscilla tra i 16° e i 18°, mentre i bianchi una temperatura appena più bassa che si posiziona fra i 10° e i 12°.
Questo permette di assaporare al meglio le proprietà organolettiche di ogni bottiglia, senza alterarne la percezione.

Decantazione
Se il vino è imbottigliato da tempo è necessario farlo decantare: a contatto con l’ossigeno si ravvivano tutte le sue caratteristiche organolettiche.
Quindi è bene aprire la bottiglia qualche ora prima, soprattutto se è rimasto in cantina parecchi anni.
I vini giovani invece non necessitano di una decantazione troppo importante.
Il Bicchiere
Ogni vino richiede uno specifico bicchiere. Per spumanti e Champagne si usa un calice stretto, affusolato, tipo flûte, grazie al quale i profumi vengono spinti verso il naso; questo bicchiere permette anche di mantenere inalterata l’effervescenza.
Per i vini rossi e strutturati invece si deve optare per un bicchiere dall’ampia pancia che permette al vino di adagiarsi sul fondo e poter donare un’ampia superficie di ossigenazione
Osservare
Anche l’occhio gioca un ruolo molto importante nella degustazione: colore, intensità e sfumature regalano altre sensazioni.
Un vino rosso che tende al violaceo solitamente è più giovane; quello più granato è solitamente più vecchio. Un bianco paglierino è un vino fresco e meno strutturato, quello dorato indica una maggior struttura. Farlo roteare nel bicchiere poi permette di osservare eventuali residui.

Odorare
L’olfatto è uno dei primi sensi coinvolti nella fase di degustazione. Il profumo permette di farci capire la qualità e l’importanza del bicchiere che stiamo per assaporare.
Il buon vino presenta profumi intensi che colpiscono le narici in modo persistete.
Conservare
Importante è creare le condizioni ottimale per garantire la conservazione delle bottiglie. Le regole basilari sono: evitare gli ambienti umidi, riporre le bottiglie in modo orizzontale così che il vino bagni il tappo interamente, usare un locale poco illuminato e tenere presente la durata della conservazione. Ogni vino va assaporato maturo ma non tutti sono ideali per essere “dimenticati” per anni.
Compagnia
Questa forse la regola più importante. Assaporare un buon bicchiere di vino con la giusta compagnia, la giusta atmosfera, godendosi il momento anche con le giuste risate!