Cambio Guardaroba

Le giornate autunnali sono arrivate e con esse è giunto il momento di fare il cambio del guardaroba!

Ad ogni stagione è prassi fare il tanto amato/odiato cambio dei vestiti in guardaroba.
Spesso poi non ci si limita al proprio: marito, fidanzato e figli sono un impegno non da poco!
La giacca che non metto da molto, la maglietta riposta e mai indossata, il pantalone che “lo tengo perché non si sa mai”: tipiche situazioni quotidiane che certamente non velocizzano il lavoro.
Ecco qualche consiglio per provare ad eleminare il superfluo, puntando su praticità ed essenzialità, dosando anche un poco di “coraggio” nel sbarazzarci di alcune cose.
- Proviamo a puntare sulla qualità dei capi: ripulire l’armadio permette di concentrarsi su meno capi, di perdere meno l’attenzione e inevitabilmente di indossare a rotazioni tutto quello che vediamo.
Questo garantisce d’avere dei look vari senza neppure rendercene conto.
- Gli indumenti vanno riposti con un senso logico: i capi è ideale separarli per colore, occasione d’uso (sera – giorno) e magari anche per tipologia. Importante è anche disporre gli accessori in modo sensato: borse, guanti e cappelli sono gli attori principali nel completare il look.
- Molto importante è una corretta illuminazione: oggi ci sono armai che dispongono di luci interne; molto comode anche le semplici luce a pile che si possono applicare secondo le esigenze!






Non dimentichiamo i profumi per l’armadio:
oltre a garantire la salvaguardia dei capi dalle tarme, garantiscono anche una continua sensazione di pulizia e freschezza degli indumenti.
La regola più importante poi è quella di ricordarci sempre che, i capi che non indossiamo più perché non ci rappresentano nello stile o ci hanno stancato, possono essere molto apprezzati sia se consegnati nei negozi di seconda mano, sia se portanti nei centri di raccolta per chi ne ha bisogno. Oggi anche le grandi catene spesso promuovono questa attività, con scontistiche e agevolazioni sull’acquisto di nuovi capi.